sabato 18 giugno 2016

Acquamarina - Acqua di mare - Storia delle Gemme


dalla pagina facebook: Le Gioie di Framarida


Il suo nome deriva dal latino, “aqua marina” perciò “acqua di mare”, per il suo colore azzurro, che va dal molto chiaro al turchese. L' Acquamarina è un membro della famiglia dei Berilli (dal greco antico “beryllos”: gemma verde-blu), spesso denominata anche “madre delle gemme” per le sue varietà di gemme pregiate. Oltre i blu dell'Acquamarina possiamo elencare i rossi della Bixbite, i verdi dello Smeraldo, i bianchi della Goshenite, i gialli dell´Eliodoro e i rosa della Morganite.


Il colore dell'Acquamarina è dato dalla presenza di tracce di ferro: le varie concentrazioni di questo elemento danno luogo a una meravigliosa gamma di delicate tonalità pastello fino al blu più profondo, talora con sprazzi di verde.Nella sua forma pura è una gemma preziosa da gioielleria. L’acquamarina è stata apprezzata ed usata nel corso della storia, perché si presenta spesso in grossi cristalli di una trasparenza perfetta e il colore puro dell’acqua di mare.
ll Brasile è ancora uno degli esportatori maggiori al mondo per questa gemma, anche se altri Paesi come la Nigeria, il Madagascar, il Mozambico e lo Zambia hanno guadagnato un ruolo importante nell'estrazione dell'Acquamarina.
Perline di acquamarina
L´aura delicata dell'Acquamarina è leggendaria: secondo un´antica tradizione questa gemma avrebbe calmato le ire del dio del mare, Poseidone (Nettuno per gli antichi romani). Era usanza, infatti, che i marinai lanciassero amuleti di Acquamarina in mare durante le tempeste per rabbonirsi il dio del mare e per evitare che la sua irritabilità provocasse terremoti e naufragi. L'Acquamarina, pietra di nascita del mese di marzo, avrebbe non a caso un influsso positivo sulla perspicacia e sulla saggezza.

Elenco blog personale

Post più visti degli ultimi 7 giorni