mercoledì 1 giugno 2016

Il Lapislazzulo, simbolo dell'amicizia

Monile stile egiziano in Lapislazzulo
Il Lapislazzuli (o Lapislazzulo) è originato da un insieme di minerali. Il suo nome è di derivazione persiana e significa “pietra blu”.
Il suo colore blu intenso e brillante, con pagliuzze dorate diffuse sulla sua superficie donano l’immagine di un cielo stellato, di un meraviglioso spazio cosmico.
Lapislazzulo grezzo (naturale)
È una delle più antiche gemme di cui si conosca traccia, conosciuta anche come “la pietra degli Dei”. Il Lapislazzulo era molto importante ai tempi dei grandi faraoni, quando l’Egitto era nel suo periodo più fulgido.
I popoli Mesopotamici la consideravano il simbolo della divinità. Indossare una collana, un bracciale, degli orecchini confezionati con il Lapis, magari nelle forme più originali come il taglio a cuore, a goccia o a quadrato, avvicinano chi li indossa allo spazio senza tempo. 
Perline di Lapislazzulo
Il Lapis si danneggia se immerso in acqua calda, con il sapone e con gli acidi. Pertanto si deve evitare il contatto con detergenti e i gioielli che lo contengono vanno lavati accuratamente solo con acqua tiepida e asciugati immediatamente. Quando la pietra è stata colorata i solventi possono scioglierne il colore. Durezza: da 5 a 6 della scala di Mohs. Segni zodiacali associabili: gemelli, sagittario, pesci.
Tratto da: Le Gioie di Framarida (Pagina Facebook)

Elenco blog personale

Post più visti degli ultimi 30 giorni

I più visti di sempre